Fotografia al femminile, Fotoreporter, Francesca Tilio, Jean Claude Chinchere, Mauro Tronto, Paesaggio, Performer, Rassegna

Racconti di Luce 2021

Francesca Tilio                    

Venerdì 5 Marzo ore 21

Francesca Tilio è fotografa e performer, la sua ricerca artistica si concentra sull’essere umano, in particolare sul femminile e lo fa perlopiù utilizzando luce naturale. Lavora  da oltre vent’anni nel mondo della comunicazione. Vincitrice del premio Camera d’Oro a Lens Based Art Show di Torino con il progetto di autoritratti ME² e la performance con parrucche per sole donne. Nel 2013 debutta con il Pink Project, il suo lavoro più personale, ne parlano le grandi testate italiane. Pink Project è testimonial della campagna nastro rosa della LILT 2019 (Lega Italiana Lotta ai Tumori) ed è mostra itinerante per la raccolta fondi a favore della lotta al cancro al seno. Uno dei racconti contenuti nel suo primo libro Le femmine sono numeri dispari uscito per Erga edizioni, 9 racconti x 9 pezzi musicali x 9 fotografie scattate da lei, è ora un film dal titolo Vicini (Rai Cinema). Gipsytudine è un blog, una mostra, un’esperienza artistica performativa virtuale.

È rappresentata dall’agenzia fotografica LUZ, Milano.

 

Jean-Claude Chincheré                 

Venerdi 12 marzo ore 21

Fotografo e documentarista classe 1993 laureato all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, vive tra l’Italia e Beirut. Ha collaborato negli ultimi anni con varie ONG e clienti internazionali, tra cui Unicef Libano, Parlamento Europeo di Bruxelles, Università Americana del Libano, AVSI Italia, CTM Onlus e Ala Milano. I suoi progetti sono legati a questioni di carattere sociale e alle aree urbane ai margini delle città. Da circa cinque anni segue la difficile situazione dei profughi siriani in territorio libanese con particolare attenzione ai bambini, le prime vittime di qualsiasi conflitto.

Le sue fotografie hanno vinto importanti riconoscimenti internazionali come la menzione

speciale al MIFA (Moscow International FotoAwards) per due anni consecutivi nel 2015

e nel 2016, menzione d’onore all’IPA 2016 “Family of Man” (International Photography Awards) e un’altra menzione all’IPOTY 2016. Nel 2017 ha ricevuto una menzione speciale al FAPA 2017 (Fine Art Photography Awards) e ha esposto tra i finalisti del Kolga Tbilisi

Photo Award 2017 in Georgia. Finalista inoltre al prestigioso Prix Levallois nel 2018 e all’HIPA di Dubai.

 

Mauro Tronto                     

Venerdì 19 marzo ore 21

Nato ad Ancona dove tutt’ora vive, una città del centro Italia. Musica e fotografia sono le forme di espressione che più lo rappresentano.

Nella fotografia di paesaggio trova una fonte inesauribile di ispirazione. La luce è sicuramente l’elemento distintivo e determinante del suo stile fotografico ed è alla sua continua ricerca che destina tutte le sue energie e la sua passione.

Studio della luce, composizione e resa cromatica sono gli elementi fondamentali in grado di trasmettere realmente l’idea di un suo paesaggio. Quando si avvicina alla fotografia di paesaggio, la sua mente proietta un’immagine del luogo che vorrebbe fotografare, la sua immaginazione dipinge quel luogo secondo le sue aspettative ideali, quasi a dettare un’idea precisa di ciò che andrà poi a cercare sul campo.

Negli anni, ha ottenuto premi e riconoscimenti nei più importanti concorsi di fotografia naturalistica italiani ed internazionali, tra cui Asferico, MontPhoto, GDT European Wildlife Photographer of the Year, Memorial Maria Luisa, Glanzlichter, Big Picture, TPOTY, Siena Photo Awards, Oasis, IGPOTY, Montier, Namur. I suoi lavori sono statio pubblicati su alcune tra le più importanti del settore fotografico, come Asferico, la rivista di riferimento dell’Associazione Fotografi Naturalisti Italiani.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *