FIAF, Workshop

Ambiente Clima Futuro – LAB di cult FIAF

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La collaborazione che ci unisce con Officine Creative Italiane e la stima per i docenti e tutor FIAF Claudia Ioan e Massimiliano Tuveri, ci da la possibilità di poter partecipare ai percorsi formativi: “LAB Di Cult” andando a trattare il medesimo tema del Progetto fotografico collettivo nazionale FIAF 2020-21 dal titolo “AMBIENTE CLIMA FUTURO”, di cui la FIAF ha già effettuato il lancio ufficiale.

Il Laboratorio

A causa dell’emergenza sanitaria, i LAB Di Cult FIAF, della cui conduzione hanno un’esperienza ormai pluriennale in presenza, hanno trasferito il loro svolgimento ONLINE, con sessioni su piattaforma WEBEX e un numero massimo di partecipanti che ammonta a 100 per ogni incontro.

Ricordiamo che i LAB FIAF sono a partecipazione gratuita e rappresentano un importante luogo di incontro,
confronto e lavoro, aperto a tutti (soci FIAF, non soci FIAF alla prima esperienza, aderenti a circoli fotografici o meno),
intercircolo (e non emanazione di un singolo circolo), in cui i coordinatori forniranno assistenza a tutti i partecipanti
per quanto riguarda la realizzazione dei loro lavori fotografici, in un percorso completo, dalla fase di ideazione a quella di realizzazione,
editing, messa in sequenza, stampa e mostra.

È previsto il Tutoraggio fotografico online e la creazione di un Gruppo Privato Facebook per ogni LAB.
Dopo una prima fase di raccolta delle adesioni, gli step previsti, nel dettaglio, saranno:

  1. Declinazione del tema partendo dall’elaborazione del concept del Progetto fotografico collettivo nazionale:
  2. Proposta, analisi e commento di lavori a tema esistenti, che saranno di ispirazione;
  3. Assimilazione del tema da parte dei partecipanti;
  4. Declinazione personale del tema, progettazione del lavoro individuale e stesura del concept del proprio progetto da parte di tutti i partecipanti;
  5. Realizzazione del progetto personale;
  6. Editing, messa in sequenza, e chiusura dei progetti;
  7. Consegna dei lavori ultimati alla FIAF entro il 31 dicembre 2021 per concorrere al Progetto nazionale;
  8. Ideazione, progettazione e studio dell’allestimento della mostra locale finale sulla base delle sedi disponibili;
  9. Mostra/e finale/i locale/i nel 2022. Le attività dei LAB registrati avranno inizio il 5 giugno 2020;

gli incontri di lavoro proseguiranno con cadenza quindicinale fino alle vacanze estive; vi potrà essere un rallentamento degli incontri in fase di produzione delle fotografie e un’intensificazione degli incontri in fase di chiusura dei progetti. I lavori del LAB mirano alla produzione di progetti fotografici originali e alla consegna dei lavori alla FIAF per concorrere al Progetto nazionale;

nei sei mesi successivi alla consegna si lavorerà alla produzione della mostra locale (che sarà in contemporanea nazionale con tutte le altre previste, circa 150 nel territorio nazionale).

La partecipazione ai LAB è gratuita, e il lavoro di coordinamento dei LAB si intende come volontario. Per chi aderirà, si tratterà di una splendida occasione per cimentarsi con la progettualità in fotografia, partecipando a un percorso condiviso che ha l’obiettivo di far esprimere le potenzialità dei fotografi e far emergere l’autorialità offrendo una visibilità nazionale ai lavori realizzati. Il tutto avverrà all’interno di una dimensione di lavoro di tipo laboratoriale in cui tutti i partecipanti si metteranno in gioco nella realizzazione di un progetto nuovo e a tema: i LAB sono luoghi del fare, e non si accetteranno pertanto in questa sede lavori fotografici di archivio. Il senso del LAB è inoltre quello di offrire un percorso arricchente per tutti attraverso il confronto e la condivisione, con la massima presenza, partecipazione e collaborazione di tutti i partecipanti in tutte le fasi, perché proprio dal confronto e dal percorso condiviso con gli altri partecipanti nascono stimoli di riflessione e occasione di crescita individuale e di gruppo in ambito fotografico. Il percorso deve appartenere agli autori dall’inizio alla fine, dall’idea alla mostra.

Per partecipare, non è richiesto un livello specifico, ma almeno la padronanza delle tecniche di base della fotografia. I LAB hanno infatti l’obiettivo di diffondere la pratica della fotografia, consentire a tutti di avvicinarsi alla fotografia e maturare strumenti (ciascuno partendo dal proprio livello) utili per sviluppare e/o affinare e consolidare la progettualità in fotografia, e naturalmente far conoscere la FIAF, offrendo qualcosa di tangibile con il marchio della Federazione e in prospettiva allargandone la base associativa.

Come iscriversi

Ai fini dell’iscrizione, sarà sufficiente inviare una mail di adesione a :

circoloferretti@gmail.com esprimendo la volontà di iscrizione al LAB,

Sarà nostra cura poi fornire i vostri nominativi a Claudia e Massimiliano in modo da essere inseriti tra i partecipanti e ricevere informazioni sulle modalità operative (in particolare, date e luogo degli incontri).

Si ribadisce qui che la partecipazione ai LAB è libera e aperta a tutti (soci e non soci della FIAF e dei circoli) come sempre per il primo anno; dalla seconda esperienza di partecipazione a un LAB Di Cult FIAF, è richiesto invece ai partecipanti di associarsi alla FIAF.

Coordinatori LAB Di Cult FIAF

MASSIMILIANO TUVERI, fotografo professionista Certified By Leica | Leica Camera Italia; Docente FIAF del DiD (Dipartimento Didattica FIAF); Tutor FIAF del Di Cult (Dipartimento Cultura FIAF); Referente GAU – Gruppo Audiovisivi Umbria del DiAF (Dipartimento Audiovisivi Fotografici FIAF); co-referente Didattica FIAF Area Centro Italia; co-fondatore e Vice-Presidente dell’Associazione Officine Creative Italiane (Perugia).

CLAUDIA IOAN, fotografa professionista Certified By Leica | Leica Camera Italia; Delegata Provinciale FIAF di Perugia; Docente FIAF del DiD (Dipartimento Didattica FIAF); Tutor FIAF del Di Cult (Dipartimento Cultura FIAF); co-referente GAU – Gruppo Audiovisivi Umbria del DiAF (Dipartimento Audiovisivi Fotografici FIAF); Coordinatrice della Didattica FIAF Area Centro Italia; co-fondatrice e Presidente dell’Associazione Officine Creative Italiane (Perugia).

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *